Seleziona una pagina

Anche negli ultimi quattro mesi del 2015 si è confermata sempre attenta e vigile l’attività del garante AGCM nei confronti di quelle società che si “macchiano” del reato di pratiche commerciali scorrette. In questo ebook vedremo le sanzioni più cospique inferte dall’Autorità da settembre ad oggi e le motivazioni che hanno spinto AGCM a multare queste importanti aziende. Tra le società colpite troviamo tutte e quattro le società di telecomunicazioni, TIM, VODAFONE, H3G e WIND, CATTOLICA ASSICURAZIONI terza forza nazionale nel campo assicurativo, SKY leader nel campo delle paytv e ABBANOA SpA, unico produttore e distributore del servizio idrico nella regione Sardegna.

 

 

H3G VODAFONETIMWIND

Vedremo che tutte queste società finite nel calderone sono state protagoniste di pratiche commerciali scorrette, sia ingannevoli vedi il caso di TIM, VODAFONE, H3G, WIND e SKY , sia aggressive  vedi il caso di CATTOLICA ASSICURAZIONI sanzionata per pratiche aggressive nella modalità dell recupero crediti.

 

CATTOLICA

La sanzione più pesante è proprio quella inferta a CATTOLICA ASSICURAZIONI multata di 2000000 di euro per pratiche commerciali scorrette. Pratiche commerciali scorrette contesstate e in seguito a un’istruttoria sanzionate in quanto aggressive, perchè a gudizio dell’Antitrust, la società ha tentato di recuperare i propri crediti, inoltrando in modo sistematico atti di citazione presso la sede di un unico giudice di pace, diverso da quuello territorialment coompetetente per i consumatori che risiedono in atre giurisdizioni. Secondo AGCM la condotta non era volta a esercitare il legittimo diritto del recupero del creditoin sede giudiziale ma a determinare nel consumatore un indebito condizionamento.. Gli atti di citazione inoltrati presso unna sede diversa da quella territoriialmente competente , sono considerati iddonei, infatti, a esercittare sui destinatari una pressione psicologica, tale da condizionare indebitamente le scelte e i coompoortamenti economici.